Corso Food Forest 8-10 Dicembre 2016 con Esperança Sans

Ciao a tutti!
Sono Leonilde, sono nata in città, vissuta 42 tra palazzi e ombre di giardini costruiti, ho poi assaporato il primo spostamento verso la natura il lago di Monate una piccola perla lombarda, e ora l’Umbria ancora così “terra” ed è a questa terra che dico grazie, perchè un corso che mai avrei pensato di fare, mi ha aperto una finestra su un mondo di persone appassionate della terra, collegate a questa meravigliosa energia, che stanno portando avanti un progetto meraviglioso in Terre di Luce nella comunità di Ananda, “il ritorno intelligente alla Terra”, alla biodiversità, a un mondo dove vedi la speranza di un futuro migliore per tutti.
Ringrazio così Terre di Luce e i suoi agricoltori, supportati da Esperanza un’ agronoma con un bagaglio di sapere, di passione e di amore per quello che fa così raro di questi tempi,un incontro illuminante, la meravigliosa conoscenza trasmessa con un umiltà e una gioia contagiosa. L’intermezzo stupendo con
Sabine, che mi ha fatto vivere il contatto con gli Alberi come se stessi per la prima volta comprendendo chi sono, il loro linguaggio, la loro stupefacente modalità di comunicare con noi, prendendo consapevolezza della “vita”, del respiro, del suono che si esprime in un bosco … gli alberi parlano.
Grazie al corso di Food Forest mi sono riappropriata del contatto con la terra e invito chiunque a provare questa stupenda sensazione. Cosa mi porto a casa da questo corso, più di quello che una persona possa immaginare:
– amore
– nozioni chiare su che cos’è una food forest, come strutturarla e perchè è importante imparare a organizzarla anche in un vaso di fiori sul terrazzo
– contatto con l’elemento terra, scoprirne il profumo e la gioia di manipolarla
– riflessioni fondamentali sulla biodiversità e come salvaguardarla in quanto essere umano abitante di questa terra e iniziare a sentirmi responsabile (abile a dare risposte) di questo- la gioia di scoprire che lavorare la terra è creatività all’opera, è gioia condivisa davanti a ogni piccolo bocciolo o al sogno di vedere un giorno un
grande noce dove prima c’era un “piccolo” di albero
– nozioni e consigli di botanica utili anche per un balcone in città
– nozioni sulle erbe medicinali
– incontro con la “VITA” reale, essenziale che per la prima volta ho guardato, ascoltato, percepito con occhi nuovi e un cuore che batteva insieme a tutto ciò
… ecco l’UNO, di cui tanto parliamo e non sperimentiamo.
Tanto … in così pochi giorni, certo è che non mi fermerò qui ora voglio sapere di più perchè so che senza il “suolo” che mai avevo degnato di attenzione, preferendo a Lui piante fiori erba, ora so che senza di Lui la vita sul pianeta diverrebbe quasi impossibile.
Grazie Terre di Luce, grazie Esperanza, grazie ai coltivatori diretti di agricoltura biologica che ogni giorno contribuiscono con il loro amore e la loro fatica a nutrire le nostre vite, grazie al gruppo meraviglioso con cui ho condiviso un esperienza UNICA.
Ti abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *